PROSSIMI EVENTI

Il GUONE riparte insieme a voi!

IL CAFFE' CON IL GUONE 2020 :

LA PRATICA IN URO-ONCOLOGIA 

5 OTTOBRE 2020

TRIESTE

Il progetto "UN CAFFE’ CON IL GUONE" è una nuova iniziativa con un formato semplice, che consiste nella discussione di un caso clinico quotidiano via web presentato dai componenti il Consiglio Direttivo GUONE.

Il calendario degli incontri prevede 10 webinar da svolgersi entro dicembre 2020.

L’intero percorso sarà accreditato come formazione FAD, i Colleghi interessati ad acquisire i crediti formativi avranno a disposizione la registrazione di tutti i webinar su una piattaforma FAD fino ad un anno dopo la conclusione del programma

 

 

Clicca qui per maggiori informazioni sul progetto

PUNTATA 0 "TUMORE MUSCOLO INVASIVO DELLA VESCICA NELL'ANZIANO"

Si è svolta martedì 28 luglio 2020 dalle ore 7.30 alle ore 8.00 la puntata zero di questo progetto presentata da 

dott. Roberto Bortolus, Radioterapia Oncologica CRO di Aviano

dott.ssa Camilla Sachs, Radiologia Azienda Ospedaliera Pordenone

dott.ssa Wally Marus, Anatomia Patologica Azienda Ospedaliera Pordenone

dott. Pietro Belmonte, Urologia Casa Cura S. Giorgio Pordenone

23 NOVEMBRE 2020

FELTRE

IN PROGRAMMAZIONE

Di seguito le domande dei partecipanti e le relative risposte della puntata zero: 

D: E' stata ripetuta una TAC del torace ? il paziente rimane sempre a rischio di metastasi

R: Eseguita con esito negativo.

D : Il paziente era sintomatico ?

R: Al momento della diagnosi l'unico sintomo è stata una macroematuria monosintomatica

D: Anestesia spinale ? compliance dell'anestesia per l'operazione?

R: Anestesia sempre spinale con nessuna complicanza

D: Può essere adottato anche a scopo emostatico

R: Certamente la procedura endoscopica può essere utilizzata a scopo emostatico

D : Com' è stata e com’è la qualità di vita del paziente trattato. Ho un minimo di esperienza sul trattamento che è stato fatto, ma i disturbi lamentati dai pazienti sono stati piuttosto impegnativi.

R: Per quello che riguarda la qualità di vita dopo le resezioni, direi ottima.

D: Una risonanza magnetica potrebbe essere utile in questo caso?

R: la risonanza può essere utile, purtroppo la sua sensibilità si riduce alla rivalutazione post RT-CT tendendo a sovrastimare l'eventuale presenza di tumore. Grazie alla diffusione e alle sequenze dinamiche con MdC si può distinguere in particolare la fibrosi dall'eventuale presenza di tumore. In questo caso specifico essendoci flogosi granulomatosa la risposta probabilmente non sarebbe stata dirimente.

26/27 MARZO 2020

PADOVA

© 2020 Sistema Congressi

scritta GUONE.png